MALATTIA DI LA PEYRONIE

Salute Uro-Genitale

Quali sono le opzioni terapeutiche per la malattia di La Peyronie?

Sono state testate diverse cure per la malattia di Peyronie, che rientrano in quattro principali categorie (per maggiori informazioni, la invitiamo a far riferimento alle pagine dedicate a ciascuna opzione terapeutica):

  • Opzioni terapeutiche conservative quali farmaci per via orale, trattamenti topici e integratori; purtroppo nessuna di queste cure si è dimostrata particolarmente efficace nel ridurre la curvatura del pene o le dimensioni della placca, ma potrebbero essere utili per la gestione del dolore e per rallentare il decorso della malattia;

  • Modellamento meccanico: consiste nell’utilizzo di una pompa a vuoto ed esercizi di allungamento e rafforzamento del pene allo scopo di ridurre la curvatura. Anche se è difficile trarre benefici dal solo modellamento meccanico, la sua esecuzione è fondamentale dopo le iniezioni a base di Xiapex o la correzione chirurgica della curvatura.

  • Terapia iniettiva  a base di Xiapex: si tratta dell’ultima opzione terapeutica disponibile per la malattia di La Peyronie ed è la prima terapia non chirurgica che si è dimostrata efficace nel distruggere le placche. Con l’introduzione di Xiapex abbiamo modificato i nostri protocolli terapeutici e ora lo raccomandiamo a quasi tutti i nostri pazienti come trattamento di prima linea, tenendo conto di alcune controindicazioni.

  • Correzione chirurgica: prima dell’introduzione di Xiapex, la chirurgia rappresentava l’unico trattamento efficace per la curvatura del pene dovuta alla malattia in causa e rimane tuttora il gold standard per molti pazienti. Esistono diverse tecniche operatorie, ma l’intervento va effettuato soltanto quando la malattia ha raggiunto la fase di stabilizzazione, il che accade solitamente 12 mesi dopo la sua insorgenza (fase cronica).

In quasi tutti i casi, il nostro protocollo terapeutico per la malattia di La Peyronie , è costituito da una combinazione di questi trattamenti che varia in base al profilo del paziente, allo stadio ed alla severità della malattia.

Pur trattandosi di una patologia invalidante e frustrante per i pazienti, è importante ricordare che oggi è curabile nella maggioranza dei casi e che il paziente sarà in grado di riavere una vita sessuale sana e soddisfacente.

Credo di essere affetto da malattia di La Peyronie. Cosa posso fare?

Se è affetto o sospetta di essere affetto da malattia di La Peyronie, le consigliamo di consultare al più presto uno specialista uro-andrologo.

Poiché la malattia di La Peyronie ha un decorso clinico di circa un anno è molto importante diagnosticare per tempo la patologia poiché le opzioni terapeutiche generalmente dipendono dalla fase della stessa.

I nostri medici sono altamente specializzati nella diagnosi e terapia della malattia di La Peyronie e siamo centro di riferimento internazionale per i pazienti affetti da questa patologia. Saremo lieti di valutare il suo caso e offrirle un trattamento personalizzato.

x  

PER SAPERNE DI PIÙ

Molti uomini non hanno un pene perfettamente dritto. Per alcuni, la curvatura è minima e non è motivo di disagio; per altri, invece, anche una leggera curvatura può essere causa di un disturbo psicologico o limitare la capacità di penetrazione. Continua a leggere....

Sono state testate diverse opzioni terapeutiche per la malattia di Peyronie, che rientrano in quattro principali categorie (per maggiori informazioni, la invitiamo a far riferimento alle pagine dedicate a ciascuna opzione terapeutica). Continua a leggere....

Il trattamento chirurgico della curvatura peniena congenita ha quattro obiettivi. Continua a leggere....

PER SAPERNE DI PIÙ

Contatti