DIMENSIONI & INGRANDIMENTO DEL PENE

Salute Uro-Genitale
 

Domande frequenti sulle dimensioni del pene

Quanto contano le dimensioni?

il fatto che sia un argomento già così fortemente dibattuto è il primo segnale che le misure in effetti contano. Da una prospettiva medica, si tratta di un argomento che interessa molteplici aspetti poichè le dimensioni sono importanti per diversi meccanismi e di seguito vi spieghiano il perché.

Penetrazione e dimensioni

Mettendo per il momento da parte la questione del piacere sessuale, il pene deve avere una lunghezza adeguata affinché l’uomo possa penetrare la propria partner in maniera soddisfacente. La stragrande maggioranza degli uomini non affetti da disfunzione erettile possiede dimensioni del pene sufficienti a ottenere una penetrazione. Per un esiguo numero di uomini che soffrono di micropene, ossia un pene così corto da non consentire una facile penetrazione, solitamente è necessario intervenire con una ricostruzione peniena.

Stimolazione sessuale e dimensioni

Considerate le caratteristiche anatomiche del pene e della vagina a noi note, obiettivamente alcuni falli sono troppo piccoli per poter provocare piacere e appagamento nel partner femminile nonostante una erezione soddisfacente.

Se consideriamo che la maggior parte dei nervi, la cui stimolazione determina l’eccitamento sessuale e l’orgasmo, si trova nel clitoride e per un terzo nella parte esterna della vagina, specialmente vicino all’orifizio vaginale, per quasi tutte le donne (il 90% delle donne secondo recenti studi) ciò che conta non è tanto la lunghezza del pene quanto la sua circonferenza, importante per raggiungere un senso di pienezza e un’adeguata stimolazione del clitoride e dei nervi vaginali.

È importante sottolineare che l’anatomia di ogni donna è unica e in alcune donne la lunghezza del pene potrebbe essere essenziale per raggiungere l’orgasmo.

Attrazione e dimensioni

L’attrattività di un uomo dipende da diversi fattori, che vanno dall’aspetto fisico, lo status sociale, all’intelligenza. Anche se è molto difficile progettare studi che determinino se le dimensioni del pene siano uno dei fattori che influenzano l’attrattività di un uomo, l’esperienza di tutti giorni e la crescente evidenza scientifica suggeriscono che le donne trovano gli uomini che hanno un pene lungo allo stato flaccido più attraenti degli uomini con un pene piccolo. Non ci sono studi simili riguardanti il pene in stato di erezione, ma essendo le dimensioni in erezione collegate più strettamente alla stimolazione vaginale e clitoridea,si ipotizza che le donne siano più attratte dalla circonferenza del pene eretto anziché dalla sua lunghezza.

Percezione personale e dimensioni

Secondo un recente studio, il 45% degli uomini riferisce di essere insoddisfatto delle dimensioni del proprio pene e desidererebbe avere un pene più lungo.  Volendo fare un paragone, sono meno del 40% gli uomini insoddisfatti della propria altezza e del proprio peso.  Da questo studio è emerso inoltre che gli uomini insoddisfatti delle dimensioni del proprio pene tendono ad essere anche meno sicuri e soddisfatti del proprio corpo e viso. I risultati  di questo studio sembrerebbero suggerire che le dimensioni del pene hanno un impatto sul modo in cui gli uomini vedono se stessi: gli uomini con un pene grande si sentono più sicuri, mentre gli uomini con un pene piccolo hanno problemi di insicurezza. Ciò ha trovato ampio riscontro nell’esperienza dei nostri medici nel corso degli anni. Gli uomini che si sottopongono alla chirurgia per l’ingrandimento del pene riportano un aumento della fiducia in sé stessi sia durante i rapporti sessuali che nella loro vita sociale e nei rapporti interpersonali Al contrario, gli uomini che hanno subito una perdita di lunghezza e circonferenza peniena (solitamente dopo prostatectomia radicale o a causa della malattia di La Peyronie) solitamente riportano gravi sofferenze  fino ad arrivare a  depressione maggiore

 

Le dimensioni del mio pene sono normali?

Nel decidere se ricorrere o meno all’intervento di ingrandimento del pene, bisognerebbe considerare se le proprie dimensioni di partenza rappresentano un problema e perché.

La maggior parte degli uomini eterosessuali non vedrà mai un pene in erezione nella vita reale e generalmente gli unici metri di paragone che avrà a disposizione saranno:

  • La pornografia, la quale dà un’immagine molto distorta delle dimensioni sia per gli attori sia per le angolazioni di ripresa.
  • Luoghi come gli spogliatoi, dove potrà vedere altri peni allo stato flaccido, ma le cui dimensioni non sono una valida indicazione delle dimensioni del pene eretto.
  • Giudizi dei partner sessuali: la maggior parte degli uomini ad un certo punto della vita riceverà un giudizio (positivo o negativo) riguardo alle dimensioni del proprio pene e/o il partner farà riferimento alle dimensioni dei partner precedenti.

Vale la pena considerare, perciò, se il suo desiderio di un pene più grande nasca dal non conoscere qual è effettivamente la misura media di un pene o se forse è dovuto al giudizio di un partner che intendeva ferire il suo ego maschile. Nonostante numerosi studi riportati in letteratura è molto difficile stabilire quali siano le dimensioni medie del pene definibili “normali”. Abbiamo creato una guida orientativa basandoci sull’esame di diverse indagini:

  • Se la lunghezza del suo pene in erezione è inferiore ai 12,7 cm e la circonferenza è inferiore ai 10,16 cm, è sotto la media.
  • Se la lunghezza del suo pene in erezione va dai 12,7 cm ai 17,78 cm e la sua circonferenza dai 10,16 a 13,97 cm, è nella media.
  • Se la lunghezza del suo pene in erezione supera i 15,77 cm e la circonferenza di 12,32 cm, è più grande rispetto alla media.

I valori indicati si basano su diversi  dati di letteratura e rappresentano una guida orientativa per gli uomini che non sanno come valutare le dimensioni del proprio pene.

 

Come posso misurare correttamente le dimensioni del mio pene?

 

  • Come misurare la lunghezza del pene eretto

 

La lunghezza del pene eretto si misura in condizioni di piena erezione. Per farlo, è necessario appoggiare un righello o un metro ripiegabile sull’asta del pene partendo dall’addome e misurare la distanza fino alla punta del glande. Rispetto al metodo di misurazione “bone press”, nel quale bisogna premere il righello esercitando una forte pressione, una metodologia di misurazione meno rigida permette di prendere in considerazione anche lo strato di grasso che circonda l’asta del pene e stabilire così la sua lunghezza effettiva. Il risultato può quindi variare in base all’aumento o alla perdita di peso.

 

L’uso di un metro da sarta, posto direttamente sulla punta del pene, può falsare il risultato se il pene è curvo verso l’alto (poichè la distanza tra due punti su una linea curva è maggiore della distanza tra due punti su una linea retta). Di conseguenza, per misurare correttamente la lunghezza del proprio pene a prescindere dalle diverse forme, bisogna sempre valutare la distanza più breve tra l’addome e l’estremità  del pene.

 

 

  • Come misurare la lunghezza del pene flaccido

 

Allo stato flaccido,, il pene presenta lunghezze diverse a seconda della situazione. Perciò, per misurare la lunghezza del pene flaccido bisogna stabilire un valore medio compiendo diverse misurazioni in momenti e situazioni differenti

 

  • Come misurare la circonferenza del pene eretto

 

La circonferenza del pene si misura durante la  completa erezione. Per farlo, è necessario porre un metro da sarta intorno al pene senza esercitare una forte tensione, ma facendolo aderire direttamente all’asta. Quando si parla di spessore del pene, normalmente si intende la sua circonferenza.

Vorrei aumentare le dimensioni del mio pene. Cosa dovrei fare?

Se desidera aumentare le dimensioni del suo pene, le consigliamo di prenotare una visita GRATUITA con uno dei nostri medici altamente specializzati. Durante la visita, il medico valuterà il suo caso e le spiegherà in dettaglio i possibili trattamenti, discuterà delle dimensioni che desidera ottenere e risponderà ad ogni sua domanda.

x

PER SAPERNE DI PIÙ

Conosciuto anche col nome di falloplastica, l’ingrandimento del pene è l’intervento medico-estetico più ricercato dagli uomini. Non bisogna sorprendersi se si pensa che più del 45% degli uomini sostiene di essere insoddisfatto delle dimensioni del proprio pene. Continua a leggere....

il fatto che sia un argomento già così fortemente dibattuto è il primo segnale che le misure in effetti contano. Da una prospettiva medica, si tratta di un argomento che interessa molteplici aspetti poichè le dimensioni sono importanti per diversi meccanismi e di seguito vi spieghiano il perché. Continua a leggere....

Prima di procedere al trattamento per l’ingrandimento del pene, verrà effettuato un’ampia consultazione con uno dei nostri medici per valutare se è il candidato ideale. Durante la visita discuterà col suo medico dei seguenti punti. Continua a leggere....

Per modificare le dimensioni del pene, bisogna inevitabilmente cambiare la propria anatomia. Ecco perché NESSUN medicinale, crema o altro prodotto medicinale sarà in grado di aumentare le dimensioni del suo pene. Il modo più efficace per ingrandire il pene (lunghezza e circonferenza) è la procedura chirurgica. Continua a leggere....

La chirurgia rimane la procedura di riferimento per l’ingrandimento del pene ed è eseguita da più di 30 anni (e potenzialmente anche da più tempo) su centinaia di migliaia di soggetti. Continua a leggere....

I risultati della chirurgia sono permanenti nella stragrande maggioranza dei pazienti, purché vengano seguite le istruzioni post-operatorie. Continua a leggere....

In tutti gli uomini esiste una parte del pene non visibile che si estende verso l’interno del corpo. La parte nascosta, come viene spesso indicata, è attaccata all’osso pubico attraverso i cosiddetti legamenti sospensori. Questi legamenti non svolgono alcun ruolo in particolare per la funzione erettile Continua a leggere....

L’iniezione di grasso autologo (ossia prelevato dal paziente) finalizzato all’aumento della circonferenza peniena è la tecnica più diffusa e il metodo che preferiamo in termini di sicurezza e raggiungimento del risultato desiderato. Continua a leggere....

Gli esercizi sono tra le prime soluzioni che l’uomo ha provato per l’ingrandimento del pene. Prendono spunto da culture primitive e trovano riscontro in altre discipline come l’ortopedia (allungamento di diafisi ossee) e la chirurgia plastica (lembi cutanei). Continua a leggere....

Per alcuni uomini le dimensioni del pene costituiscono un enorme fonte di stress e di disagio, che difficilmente il solo trattamento di ingrandimento e/o allungamento sarà in grado di alleviare. Continua a leggere....

Compresse e creme per l’ingrandimento del pene sono tra i farmaci più contraffatti e pericolosi in circolazione e vengono pubblicizzati selvaggiamente su internet . Continua a leggere....

Durante la visita, il suo medico le spiegherà le tecniche disponibili , i risultati statisticamente possibili e valuterà, qualora fosse un candidato ideale all’ingrandimento del pene, quale tecnica è la più indicata nel suo caso specifico, in modo da avere un trattamento personalizzato. Continua a leggere...

PER SAPERNE DI PIÙ

Contatti